WILL – Educare al Futuro

Tempo di lettura: 2 minuti

E’ stato aggiornato il catalogo CARE con l’inserimento del programma WILL – Educare al Futuro rivolto a famiglie a basso reddito per contrastare l’abbandono scolastico E’ stato avviato nel 2019 ed è tuttora in corso di realizzazione in quattro realtà italiane: Cagliari, Firenze, Teramo e Torino.

A chi può essere utile

A decisori a livello comunale e regionale, dirigenti scolastici, operatori del terzo settore

La segnaliamo perché

E’ un programma multicentrico rivolto a famiglie a basso reddito per contrastare l’abbandono scolastico, fattore predittivo di condizioni socio economiche di svantaggio con conseguenze negative sulla salute in età adulta.

Obiettivi e descrizione dell’intervento

La finalità di WILL è quella di dimostrare le potenzialità dei programmi basati sul risparmio incentivato come strategia di contrasto alla povertà educativa. Nello specifico, nell’ambito di WILL, viene sviluppato e attuato un nuovo programma di risparmio incentivato e se ne valutano gli effetti sulle carriere scolastiche degli studenti in termini di apprendimenti, scelta dei percorsi scolastici, abbandono e completamento della scuola secondaria di secondo grado.

Alcuni esempi delle misure adottate

Il programma è rivolto ai bambini del primo anno della scuola secondaria di primo grado provenienti da famiglie a basso reddito (la soglia ISEE massima nelle quattro realtà dell’esperimento è 17.500 euro). A queste famiglie il programma offre la possibilità di risparmiare regolarmente piccole somme di denaro (da 1 a 6 euro a settimana fino ad un massimo di 1.000 euro in un periodo di 4 anni) su un conto bancario collegato ad un moltiplicatore: ogni euro risparmiato viene moltiplicato per 4 se il denaro viene utilizzato per spese scolastiche comprovate (es. acquisto di libri, iscrizione a corsi sportivi, spese di cancelleria e cartoleria, ripetizioni, corsi di lingua, tecnologie digitali, mensa scolastica).

 Valutazione

La valutazione è in corso, i risultati preliminari riguardano le 293 famiglie del gruppo sperimentale che hanno cominciato a partecipare al programma tra l’autunno del 2019 e la primavera del 2020. Le famiglie a basso reddito (ISEE medio 5.800 euro) riescono a risparmiare piccole somme settimanali (in media 5 euro) e non hanno subito in modo apprezzabile la crisi del Covid-19. Le rilevazioni che verranno effettuate nei prossimi mesi e anni anche sul gruppo di controllo consentiranno di valutare se, e in che misura, il programma sia riuscito ad innalzare i risparmi familiari per la scuola, e se questo risultato avrà conseguenze sulle aspettative educative delle famiglie così come sui concreti risultati scolastici dei figli.

Si tratta di una sperimentazione ideata ed attuata da un ampio raggruppamento di soggetti del secondo welfare e co-finanziata dall’Impresa Sociale Con i Bambini, Fondazione Compagnia di San Paolo (Torino) e Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Al partenariato, coordinato da Un Sogno per Tutti Cooperativa Sociale (Torino), partecipano nove altri enti del Terzo Settore operanti nelle quattro realtà citate: Associazione Vides Main onlus; Caritas Teramo Atri; Consorzio solidarietà aprutina società cooperative; Cooperativa Sociale le Api; Diaconia Valdese; Fondazione Solidarietà Caritas onlus; Il Mio Mondo Società Cooperativa Sociale; Il Nostro Pianeta; Ufficio Pio Della Compagnia di San Paolo. L’ente responsabile della valutazione è l’Istituto per la Ricerca Valutativa sulle Politiche Pubbliche della Fondazione Bruno Kessler (FBK-IRVAPP).

A cura di Andrea Torra – coordinatore progetto Will

torino@progettowill.it

Accedi alla scheda presente in CARE: Will, educare al futuro