Home / Temi / Inclusione e integrazione / Diseguaglianze sociali e stato di salute – Rompere il circolo vizioso

Diseguaglianze sociali e stato di salute – Rompere il circolo vizioso

Il rapporto del Deloitte Centre for Health Solutions “Diseguaglianze sociali e stato di salute – Rompere il circolo vizioso” analizza l’impatto dei determinanti sociali sulle disuguaglianze di salute nell’Europa  occidentale.

Data la vastità delle ricerche condotte su questa materia, il rapporto si prefigge di esaminare le sfide che dovrà affrontare l’Europa occidentale nel ridurre le disuguaglianze dalla prospettiva delle fasce più svantaggiate della società, dove una gestione carente delle cause delle disuguaglianze e degli effetti sulla salute ha portato ad identificare gruppi definiti di famiglie vulnerabili e problematiche.

Nella società europea si va sempre più affermando il concetto di salute come chiave per lo sviluppo umano, sociale ed economico, come indicato anche da “Health 2020” (OMS, 2011), il modello di policy europea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che ha come obiettivo per il 2020 il raggiungimento di standard di salute e benessere migliori e la riduzione delle disuguaglianze di salute, attraverso un’azione trasversale al governo e alla società.
Lo studio qui presentato, Diseguaglianze sociali e stato di salute – Rompere il circolo vizioso, illustra in maniera estensiva come lo stato di salute di un individuo dipenda non solo dalle variabili strettamente sanitarie (accesso all’assistenza medica, stile di vita), ma anche e soprattutto dalle cosiddette Social Determinants of Health, le determinanti sociali della salute.

Il rapporto spiega come l’adozione di un approccio che abbraccia tutto il ciclo di vita delle famiglie vulnerabili può migliorare le politiche nella definizione dei target, delle priorità e degli effetti dei servizi in tutte le fasi dell’esistenza. Inoltre, illustra i risultati delle ricerche più aggiornate e fornisce esempi di buone prassi incentrati sui seguenti ambiti:
• Maternità e infanzia – i capisaldi di tutta la vita
• Adolescenza – stabilire comportamenti sani e costruire resilienza
• Età adulta e vita lavorativa – creare le condizioni per una vita produttiva
• Vecchiaia e crescente fragilità – ottenere una corrispondenza tra la durata e la qualità della vita
• Approccio integrato e olistico – migliorare i risultati in tutte le fasi della vita.

Il report è disponibile sul sito della Fondazione Deloitte al seguente link

https://www2.deloitte.com/it/it/pages/public-sector/events/diseguaglianze-sociali—redirect.html