Le disuguaglianze di salute nelle città europee: percezioni e credenze dei policymaker

Tempo di lettura: < 1 minuto

matita rottaLo studio, pubblicato nel maggio del 2014, ha l’obiettivo di valutare la percezione e le credenze dei decisori politici di 13 città europee in merito alle disuguaglianze di salute.

Si propone la traduzione dell’abstract dell’articolo

 

 

 

 

Riassunto
Obiettivo: Descrivere la conoscenza e le credenze dei decisori politici in merito alle disuguaglianze sociali nella salute e alle politiche finalizzate a ridurle in diverse città europee, nel 2010 e nel 2011.

Progetto: Studio qualitativo fenomenologico.

Setting: 13 città europee.

Partecipanti: 19 fra politici e funzionari proveniente da 13 città europee.

Esito primario: Le conoscenze e le credenze dei policymaker.

Risultati: Le disuguaglianze di salute erano percepite da molti decisori politici come differenze nell’aspettativa di vita fra popolazioni con differenze economiche, sociali e geografiche. La riduzione delle iniquità di salute costituiva una priorità per la maggior parte delle città che utilizzano le survey come fonte di informazione per analizzarle. La burocrazia, i finanziamenti e le credenze della popolazione costituivano le maggiori barriere.

Conclusioni: Dovrebbero essere stanziati maggiori finanziamenti per fare ricerca accademica dedicata alle politiche sociali, alla valutazione del loro impatto e alla formazione dei decisori politici e dei funzionari sulle disuguaglianze di salute.

Riferimento bibliografico:

Morrison J(1), Pons-Vigués M(2), Bécares L(3), Burström B(4), Gandarillas A(5), Domínguez-Berjón F(5), Diez E(6), Costa G(7), Ruiz M(8), Pikhart H(8), Marinacci C(9), Hoffmann R(10), Santana P(11), Borrell C(12); partners from the INEQ-CitiesProject. Health inequalities in European cities: perceptions and beliefs among local policymakers. Int. BMJ Open. 2014 May 28;4(5):e004454. doi: 10.1136/bmjopen-2013-004454.