Home / Pubblicazioni / Atti Convegni / Le disuguaglianze di genere in Italia, nella società e nelle politiche: gli effetti sulla salute

Le disuguaglianze di genere in Italia, nella società e nelle politiche: gli effetti sulla salute

“Le disuguaglianze di genere in Italia, nella società e nelle politiche: gli effetti sulla salute” è il titolo della sessione coordinata da Giulia Maria Cavaletto, Giuseppe Costa, Roberto Di Monaco e Silvia Pilutti nell’ambito della Decima conferenza ESPAnet Italia. Il Welfare e i perdenti della globalizzazione: le politiche sociali di fronte a nuove e vecchie disuguaglianze tenutasi dal 21 al 23 Settembre presso l’Università di Bologna – Campus di Forlì.

Nella sessione sono stati presentati e discussi i seguenti contributi:

  • Work organizations’ effects on working conditions and health in the private sector: gender differences in Europe – Angelo d’Errico, Fulvio Lazzarato, Maria Cristina Migliore, Fulvio Ricceri
  • La misura della deprivazione nelle province italiane declinata al femminile: mortalità evitabile e deprivazione nelle donne italiane – Aldo Rosano, Nicola Caranci, Nicolás Zengarini, Barbara Pacelli, Cesare Cislaghi, Giuseppe Costa
  • Accesso al mercato del lavoro e carichi familiari – Raffaella Patimo, Chiara Mussida
  • Il paradigma di genere in salute: per una integrazione delle politiche socio-sanitarie – Rita Biancheri
  • Genere, medicina e protagonismo dei movimenti storico-sociali – Elisabetta Donini
  • Studio della distribuzione per genere delle/dei dipendenti della ex A.O.U. San Giovanni Battista  di Torino (triennio 2010 – 2012) a cura del comitato unico di garanzia del presidio Molinette – Carla Lavarini, Paola Borelli, Liala Burato, Angela Ianni  Palarchio, Paola Omede’, Daniela Robotti, Maria Teresa Sorrentino

I contributi citati saranno disponibili a breve sul sito dedicato alla Conferenza

http://www.espanet-italia.net

 

ESPAnet Italia è una rete di studiosi, composta da politologi, economisti, sociologi e giuristi, che si aggancia ad altre esperienze europee nell’obiettivo condiviso di promuovere il dibattito interdisciplinare sulle politiche sociali