Home / Pubblicazioni / Policy Brief / Contrastare le disuguaglianze di salute fin dalla prima infanzia: il progetto Drivers for health equity

Contrastare le disuguaglianze di salute fin dalla prima infanzia: il progetto Drivers for health equity

La salute e lo sdriversviluppo del bambino dipendono fortemente dall’ambiente in cui questo vive, in particolare dal periodo prenatale alla prima infanzia. Alcuni fattori, quali il degrado del quartiere, il basso livello di benessere e di istruzione dei genitori, la mancanza di un lavoro e di una casa di proprietà, comportano una serie di risultati negativi che incidono sul percorso di salute del bambino e sull’esposizione alle disuguaglianze di salute.

Alcuni studi realizzati dagli Stati membri dell’Unione europea hanno esaminato le tipologie di interventi utili a migliorare la salute e lo sviluppo nella prima infanzia. Come il progetto Drivers for Health Equity (2012-2015), finanziato dal Settimo Programma Quadro dell’UE e coordinato dal network europeo EuroHealthNet, che ha tentato di comprendere meglio i rapporti fra alcuni dei fattori chiave che influiscono sulla salute di un individuo nel corso della sua vita (prima infanzia, occupazione, protezione sociale e reddito) e di trovare soluzioni in grado di migliorare la salute e ridurre le disuguaglianze di salute.

Per esempio, si sono dimostrati efficaci gli interventi volti a promuovere stili di genitorialità che prediligono il coinvolgimento dei genitori nel processo educativo del figlio e nella vita scolastica, il miglioramento delle condizioni abitative e l’implementazione di servizi di assistenza e di ascolto per i bambini.

E’ stato tradotto in lingua italiana il policy brief Universal, quality early childohood programmes that are responsive to need promote better and more equal outcome in childohood and later life

Scarica il policy brief:

Visita il sito del progetto