Cosa pensano i bambini

Tempo di lettura: 2 minuti

Marco e Sara raccontano la loro esperienza di confinamento da COVID-19 nel 2020. I genitori dei gemelli sono di origine albanese, arrivati a Torino negli anni ’90.

Marco, 11 anni 

Siamo gemelli, ma nessuno ci crede. Io, Marco, sono un po’ più piccolo e delicato di mia sorella Sara. Mi vesto da ragazzo di 10 anni (!!!) … mia sorella da grande mette le scarpe di mia madre. Che brutto e che batticuore quando ci hanno detto che non potevamo andare a scuola! 

Durante il covid siamo stati chiusi in casa senza possibilità di andare a scuola. I miei genitori erano molto preoccupati, perché entrambi avevano perso il lavoro, quindi abbiamo avuto molti problemi ad andare avanti. 

“Papà, sono preoccupato per te! Attenzione al lavoro” ma dopo qualche giorno è tornato a casa anche papà… un giorno, due, tre e io ho detto a Sara “Papà è triste. Lo sai che non lavora e anche la mamma è a casa!”

A fine marzo sono iniziate le video lezioni e ho fatto del mio meglio per prendere buoni voti. 

Per il nostro compleanno non potremo fare una festa se saremo a casa da soli, nessuno ricorderà il 15 maggio! Tre volte a settimana ci mettiamo in contatto con la classe e gli insegnanti… 

 “Mamma, dobbiamo fare il collegamento anche stamattina? È la nostra festa! E nessuno ci augurerà buona fortuna come gli altri anni!” “Pazienza Marco, lo sai che dobbiamo sconfiggere il coronavirus!” 

La maestra saluta tutti, ci chiama tutti! Poi dice di nuovo “Marco ci sei?” 

“Sì, eccomi, Maestra”, mi batte il cuore, non ho studiato tanto se mi interroga! 

“Marco, vogliamo farti gli Auguri, oggi è il tuo compleanno!”

 E così tutta la classe canta “TANTI AUGURI” e batte le mani! Mi sono commosso. Come ha fatto l’insegnante a ricordare il mio compleanno? È stata una grande sorpresa che non mi aspettavo. 

Dopo tutte quelle video lezioni e alla fine dell’anno scolastico ho incontrato per l’ultima volta insegnanti e compagni di classe, ci siamo divertiti e abbiamo giocato. È stata un’esperienza molto dura e molto diversa da come immaginavo. 

Sara, 11 anni 

Durante il covid siamo stati chiusi in casa senza uscire e senza alcuna possibilità di andare a scuola. I miei genitori erano molto preoccupati per quello che è successo durante il covid, infatti erano entrambi senza lavoro, abbiamo faticato ad andare avanti. 

A maggio, quando sono iniziate le video lezioni, io e Marco abbiamo fatto del nostro meglio per ottenere buoni voti. È stata un’esperienza molto dura, spero solo che non ricominci a settembre.

Marco e Sara (questi non sono i loro veri nomi) hanno frequentato la quinta elementare lo scorso anno (2019 – 2020), sono stati entrambi promossi con giudizi molto positivi e a settembre 2020 hanno iniziato la scuola media.