Home / Dal Libro Bianco / Le disuguaglianze di salute e il ruolo del lavoro

Le disuguaglianze di salute e il ruolo del lavoro

factsheetIl  presente factsheet, tratto dal libro “Equità nella salute in Italia. Secondo rapporto sulle disuguaglianze sociali in Sanità“, descrive i meccanismi che spiegano come e perché le condizioni di lavoro possono avere un impatto sulle disuguaglianze di salute.  Nel documento – che rappresenta il primo factsheet della serie dedicata alla disseminazione dei risultati del  libro “Equità nella salute in Italia. Secondo rapporto sulle disuguaglianze sociali in Sanità” – sono illustrati anche alcuni esempi di politiche che il governo italiano ha attuato in questi ultimi anni per contrastarle.

Diversi studi hanno riconosciuto il ruolo del lavoro nelle disuguaglianze di salute individuando, fra i gruppi a rischio, i disoccupati, i precari e coloro che svolgono lavori manuali o con una bassa qualifica.

Coloro che appartengono alle classi più svantaggiate sono anche quelli impiegati in professioni a bassa qualifica e sono i più esposti a fattori di rischio ambientali e a infortuni, in particolari per settori come l’edilizia, l’agricoltura, i trasporti e l’industria estrattiva. A questi si aggiungono gli impatti psicosociali, che ledono la salute mentale e che dipendono dall’autonomia professionale, dalla soddisfazione lavorativa e dal livello di ricompense previste a parità dello sforzo richiesto.

Leggi il factsheet “Le disuguaglianze di salute e il ruolo del lavoro”

Lascia un Commento